Prende il via il progetto “Crioconservazione dello sperma di marmorata e costituzione di una banca del seme della specie”. Con due incontri 14 ottobre e 6 Novembre 2017.

Sabato 14 ottobre 2017 è stato svolto il primo incontro presso la sede del Co.Ve.A.Pe.Di a cui hanno partecipato i rappresentanti delle concessioni del Brenta e del Piave Trevisano.  Nell’occasione è stato presentato il progetto e lo svolgimento delle attività.
Lunedì 6 novembre 2017 si è invece tenuto il convegno formativo presso la sede dell’Associazione Bacino Acque Fiume Brenta a Bassano del Grappa, è stata la prima tappa operativa del progetto, il cui scopo è quello di migliorare lo stock di popolazioni autoconte di trota marmorata (Salmo trutta marmoratus) nel distretto Padano-Veneto, attraverso la produzione di avannotti di trota marmorata prodotti con seme crioconservato.

 

Presentazione Acquapogram: Dott. Stefano Salviati

Presentazione Istituto Spallanzani:

Dott.ssa Valeria Bornaghi e Dott.ssa  Katia Parati

Oltre ad affrontare in maniera esaustiva i vari punti del progetto il convegno è stato anche occasione di formazione dei pescatori, delle guardie e del personale tecnico coinvolto, sulle metodiche e sulle procedure che l’istituto Lazzaro Spallanzani, partner del progetto e punto di riferimento per la crioconservazione del seme, adotta per conservare lo sperma di specie ittiche quali la trota marmorata.

La parte operativa del progetto prevede la realizzazione di campagne di cattura di maschi fluenti di trota marmorata nei principali bacini del Veneto, la loro spremitura e la conservazione del seme. Una volta raccolto, il seme, verrà temporaneamente conservato in attesa che siano effettuate le analisi genetiche su di un piccolo pezzo della pinna adiposa opportunamente asportata. Solo il seme proveniente da esemplari geneticamente validi verrà crioconservato ed entrerà a far parte della Banca del seme che supporterà gli impianti ittiogenici.

La Regione Veneto ha da tempo intrapreso una serie di iniziative per la protezione e la riproduzione della trota marmorata (Salmo trutta marmoratus) e da circa 15 anni coinvolge in queste attività i pescatori ed i distretti ittiogenici delle varie province. Sono stati finanziati progetti di studio della specie sul territorio regionale che hanno fotografato la consistenza, le caratteristiche dei popolamenti e ne hanno individuato gli elementi distintivi genetici. Sulla base degli esiti dello studio sono progressivamente sorti sul territorio regionale impianti ittiogenici per la produzione delle trote marmorate, nei principali bacini idrografici.  Queste operazioni sono per loro natura influenzate dalla selezione dei riproduttori, ed accompagnate da un impoverimento della variabilità, determinato dal fatto che i gameti provengono sempre dagli stessi riproduttori dei pochi impianti ittiogenici funzionanti.  Si è reso così indispensabile provvedere ad un periodico rinnovamento del parco riproduttori utilizzando esemplari provenienti dalle acque libere e dei quali è assicurata la validità genetica. Tale operazione è però molto costosa in termini di risorse umane impiegate, spazi di mantenimento in impianto, e costi di gestione.

Questo progetto è nato per ovviare a questo problema, infatti è preferibile utilizzare prodotti germinali di esemplari catturati in natura senza che questi vengano trasferiti in impianto e in esso mantenuti.  Con questo metodo i gameti provenienti da soggetti selezionati liberamente in natura, e meglio adattati, andranno a “rinsanguare” lo stock genico degli impianti ittiogenici, semplificando allo stesso tempo i processi di fecondazione delle uova.

I Partner del Progetto:

I Bacini Coinvolti

-      Bacino acque fiume brenta (VI)

-      APPV Verona (VR)

-      La Sorgente (PD)

-      Bacino 4 Centro Cadore (BL)

-      Bacino 6 Maè-Piave (BL)

 

Gli impianti ittiogenici:

-      Itticoltura V.na Cismon (VI)

-      Veneto Agricoltura a Valdastico (VI)

-      APPV Bagolino (VR)

-      CFS Cellarda (BL)

-      Associazione Pescatori Torno di Feltre (BL)

 

 

 

 

 

 

I Commenti sono chiusi