Uova di trota marmorata fecondate con seme crio conservato: è iniziata la fase sperimentale con i primi lotti di uova prodotte l’11/01/2018.

 

Progetto “Crioconservazione del seme di marmorata e costituzione di una banca del seme della specie” .

Presso l’impianto ittiogenico di Valdastico dell’Agenzia Veneta per l’Innovazione nel Settore primario (ex Venetoagricoltura) è iniziata oggi la sperimentazione per la produzione di uova di trota marmorata fecondate con seme crioconservato.  Il progetto finanziato dalla regione Veneto che vede il Coveapedi come capofila, si prefigge di migliorare e semplificare la produzione di trote marmorate, agendo sui processi di produzione delle uova e aumentando al contempo la variabilità genetica con seme proveniente da maschi selvatici.

Il test effettuato in allevamento ha lo scopo di definire un protocollo standard per tutti gli allevamenti coinvolti nel progetto e verrà messo a punto nei prossimi mesi, una volta analizzati i dati ottenuti relativi al tasso di fecondità delle uova.

Come si è svolta la prima giornata di test:  per prima cosa sono stati catturati gli esemplari di trota marmorata, procedendo a separare i maschi dalle femmine e selezionando gli esemplari migliori;

 

Foto: Esemplarin catturati e selezionati in attesa di spremitura

In seguito le femmine sono state spremute, misurate e pesate per un totale di 28 esemplari, da cui sono stati ottenuti 1250 grammi di uova necessarie per l’esperimento.

Foto: Esemplare durante la spremitura

 Foto: Misura, peso e foto livrea

Foto: Uova raccolte e pesate prima di essere portate in laboratorio.

Al pool di uova ottenuto è stato aggiunto man mano il conservante per mantenere la fecondità e permettere di lavorare le uova tutte assieme, dopodiché sono state portate in laboratorio.

Foto: Preparazione dei lotti di uova

 

Allo stesso tempo anche alcuni maschi sono stati spremuti per ottenere del seme fresco a cui è stato aggiunto il conservante.

In laboratorio dopo aver effettuato i controlli sul seme fresco dei maschi, per verificarne la motilità e la qualità, si è passati alla delicata fase di fecondazione delle uova, di cui una parte sono state fecondate con il seme fresco ed una parte con il seme congelato. Sono stati così prodotti diversi lotti di uova con concentrazioni variabili di seme sia congelato sia fresco.

 

 

Foto: Uova fecondate con il codice del maschio corrispondente

Foto: uova fecondate immesse nello schiuditoio

Foto: Dettaglio delle uova

 Foto: Schiuditoi impilati

Per la fecondazione con le paillettes contenenti il seme congelato il procedimento è stato il seguente:

Veniva preparato il lotto di uova (50 gr.), quando tutto era pronto per la fecondazione allora si inseriva la paillettes in acqua preriscaldata a 37°C per 10 secondi, un avolta estratta si asciugava e poi si tagliava la paillettes alle estremità e si versava il contenuto sulle uova.

 

GUARDA IL VIDEO

 

In seguito son stati eseguiti i controlli per verificare il tasso di fecondità delle uova contando quelle fecondate per ogni lotto.

 

Foto: Conteggio delle uova

 

 

I Commenti sono chiusi